Sto per lasciare Ubud, dopo quasi un mese di permanenza durante la quale ho avuto la fortuna di vivere in una vera casa balinese.

Alla Teja Home Stay si arriva attraverso una stradina stretta che porta a questa piccola e curatissima guest house proprio nel cuore di Ubud.

Qui ho avuto la possibilità di conoscere la famiglia Teja e ho capito che vivere in una casa balinese è un po’ come vivere in un tempio. Ogni mattina la madre del Signor Teja si alza alle 3.30 per andare al mercato e poi passa il resto della mattina a preparare cibo per gli ospiti e offerte floreali per le preghiere quotidiane.

È stato affascinante vederla concentrata davanti al tempio di famiglia a recitare preghiere ed offrire fiori.

Qui mi hanno fatta sentire a casa.. seppur discreti e timidi, sono sempre stati attenti e presenti e hanno condiviso con me storie di famiglia, ricette balinesi e punti di vista sulla vita permettendomi di entrare un poco in questa splendida cultura.

Mi porterò nel cuore la bellezza, la gentilezza e la pace che ho trovato qui. Vi avviso però che l’avventura balinese non è ancora terminata.. oggi si parte per Sanur.. seguitemi come sempre! Om swastiastu!