simona anedda sclerosi multipla india
Simona Anedda, una viaggiatrice senza barriere
simona anedda sclerosi multipla india
Non solo per disabilità non si viaggia ma per mancanza di informazione e paura
simona anedda sclerosi multipla india
Sono Simona Anedda, nata a Roma nel 1974 e viaggiare è la mia vocazione.
Arrow
Arrow
Slider
LO SPIRITO DI STELLA: UN CATAMARANO SENZA BARRIERE

LO SPIRITO DI STELLA: UN CATAMARANO SENZA BARRIERE

Il progetto “WOW – Wheels on Waves” è solo l’ultimo dei tanti progetti promossi dall’Associazione Lo Spirito di Stella, nata nel 2003 per promuovere l’esperienza di “Lo Spirito di Stella”, il primo catamarano al mondo privo di barriere architettoniche. L’imbarcazione rappresenta la realizzazione di un sogno personale di Andrea Stella, costretto su una sedia a rotelle dopo un incidente avvenuto nel 2000 a Miami.

Preso atto che al mondo non esisteva un’imbarcazione a bordo della quale una persona disabile potesse essere autonoma e in grado di partecipare alle manovre, Andrea Stella trovò il modo di far realizzare un catamarano completamente accessibile, con il fondamentale supporto della propria famiglia.

(altro…)

Roxana Dobrica. Modella, handbiker e sognatrice

Roxana Dobrica. Modella, handbiker e sognatrice

Da questa settimana ho deciso di dare spazio alle tante storie che ho avuto modo di incrociare lungo il mio viaggio. Persone speciali, che non si fermano di fronte alle difficoltà che la vita prospetta all’improvviso, quando meno te l’aspetti. Oggi è la volta di Roxana, una ragazza tosta, di cui sentirete parlare a lungo, perché ha deciso che le ruote sono solo un dettaglio fashion della sua nuova vita.

“Con la testa e con il cuore si va ovunque”. Un forte messaggio di solidarietà e d’inclusione sociale delle persone con disabilità, che viene da Roxana Dobrica, poco più che trentenne.

(altro…)

Quasi amici cercasi

Quasi amici cercasi

L’ho visto per la prima volta poco dopo essermi seduta, quando ancora mi ostinavo a vivere la carrozzina come accessorio momentaneo e non mettevo in programma che sarebbe poi diventata parte di me.

 

‘Quasi amici’ me l’aveva suggerito un’amica, nella sua testa avrebbe dovuto farmi sorridere e accettare il fatto che non mi sarei più rimessa in piedi.

(altro…)

Tutto il buono della Rete

Tutto il buono della Rete

Da alcuni anni utilizzo la Rete – siti e profili social – soprattutto come veicolo che mi consente di rimanere in contatto con gli amici, disseminati in tutto il pianeta, che ho avuto l’opportunità di incontrare per lavoro o durante i viaggi.

Ultimamente ho affidato alla Rete anche richieste d’aiuto o di semplici consigli su luoghi da visitare, ricevendo le risposte con una partecipazione straordinaria.

(altro…)

Qualcosa di me

Qualcosa di me

Ho avuto bisogno di lasciar depositare le emozioni prima di mettere mano ai ricordi di quest’ultimo viaggio. Non amo fare bilanci, roba da commercialisti che rappresenta ‘chiusura’, dare e avere, conti che non quadrano.

No, questo viaggio non è chiuso: è solo un nuovo inizio. (altro…)

Vale la pena

Vale la pena

Rifletto sul senso del mio viaggio, non di quello appena concluso – ma riferito alla vita in generale – e mi vengono spontanee alcune considerazioni: l’aspetto più coinvolgente di tutta la faccenda sono le centinaia di persone che mi scrivono.

Da un lato mi spaventa, non lo nascondo: sentirmi dire “sei un esempio” è una bella responsabilità; per contro mi sento gratificata, perché significa che sono riuscita a trasmettere una parte di me stessa e di quello che provo viaggiando. (altro…)

Compagni di viaggio

Compagni di viaggio

Ho potuto viaggiare comodamente per mesi  attraverso India, Nepal e Indonesia anche grazie agli ausili tecnici di Triride Italia e Tarta Design.

Un propulsore, quello di Gianni Conte,  che mi ha permesso di percorrere migliaia di chilometri in tranquillità, su ogni tipo di terreno e di inclinazione, concedendomi autonomia e divertimento. Non è mancata la curiosità, soprattutto in India dove venivo fermata in continuazione da ragazzi che mi chiedevano informazioni sul mio mezzo di trasporto. (altro…)

Roma. Una faccenda di donne

Roma. Una faccenda di donne

Eccomi di ritorno dopo quattro mesi in viaggio lungo le strade del mondo. Non è l’ora dei bilanci, le sensazioni  che ho vissuto sono ancora troppo vive per far parte dei ricordi. Si è trattato di un viaggio incredibilmente intenso, ricco di emozioni che ancora avverto. (altro…)

Il miracolo è la vita

Il miracolo è la vita

Tra un paio di giorni si conclude questo lungo viaggio senza meta,  iniziato ormai quattro mesi fa. Migliaia di chilometri percorsi, attraverso l’India da Sud verso Nord.

Poi è stata la volta del Nepal, fino ai piedi dell’Himalaya, quindi è toccato all’Indonesia. Non sono rimasta per molto tempo ad oziare e, dopo i trattamenti di medicina ayurvedica a Varkala, ho iniziato a scalpitare. Si era sparsa la notizia che sarebbe arrivato in città Lama

Simona Anedda Lama Monlan

 

(altro…)

Ubud- Teja Home Stay

Ubud- Teja Home Stay

Sto per lasciare Ubud, dopo quasi un mese di permanenza durante la quale ho avuto la fortuna di vivere in una vera casa balinese.

Alla Teja Home Stay si arriva attraverso una stradina stretta che porta a questa piccola e curatissima guest house proprio nel cuore di Ubud.

(altro…)

Grazie ai miei sostenitori per per aver aggiunto “un altro giro di giostra” alla mia inarrestabile voglia di viaggiare