Lo scorso anno Vincenzo ha ricevuto il premio Enrico Toti, alla sua prima edizione, per la sezione “Viaggi ed Esplorazioni”, quello che quest’anno è stato assegnato a me. La motivazione del premio descrive bene la sua estroversa e speciale personalità: “Per la curiosità, il desiderio di scoperta e lo spirito di avventura che la animano nei suoi viaggi. Per essere portatore dei valori fondamentali della solidarietà, della condivisione e della comunione, che si manifestano in una vita vissuta insieme al prossimo, libera dai giudizi e dai condizionamenti. Per l’amore per la vita, la tensione alla gioia profonda, la generosità verso il prossimo ed il superamento di ogni confine geografico e razziale”.

Lui è Vincenzo Cherubino e non potevo incontrarlo altrove che nei pressi di una stazione, quella di Termini, da dove si stava muovendo con destinazione Capoverde. “Parto e vado ad aiutare chi ha bisogno di me. Non so cosa voglio, io cammino” dice. La passione per i viaggi ci accomuna, e sono tante le destinazioni che abbiamo toccato entrambi. Vincenzo è una persona speciale, solare, che ha fatto dell’abbraccio un modo di comunicare il suo entusiasmo per la vita.

Buon viaggio amico, e…un abbraccio