Lasciando alle spalle l’esperienza di Agra, nuova destinazione Jaipur. Come sempre, il mio percorso si intreccia con quello di angeli custodi che mi assistono, spesso sollevandomi di peso di fronte alle barriere. Questa volta è toccato a Massimo e Fabrizio, due nuovi amici, romani, che mi accompagnano durante la visita al City Palace. Una struttura molto bella, soprattutto accessibile, situata al centro della città vecchia. Ne vale decisamente la pena.

Il giorno successivo ho avuto un Incontro ravvicinato con gli elefanti che fatto indignare gli animalisti, ma non potevo farne a meno. Una visita all’interno dell’Amer Fort, una città a 11 km da Jaipur nello stato del Rajasthan. Struttura accessibilissima e affascinante, dove ho casualmente trovato due amici italiani che mi hanno riconosciuta per aver letto la mia storia attraverso il gruppo FB “Spenderò tutti i miei soldi in viaggi” e mi hanno detto: ”Ma sei tu quella Simona che viaggia?.” Si, sono io quella Simona e non intendo smettere, almeno per il momento. Dopo tre giorni è giunta l’ora di salutare Jaipur, la mia prima tappa nello stato federato del Rajasthan e di lasciare la guest house che mi ha coccolato durante la mia permanenza qui: l’hotel Jai Niwas, del gruppo Arya Niwas Hotels, il primo veramente attrezzato a misura di diversamente abili, con rampe e personale adeguato all’assistenza. Ma devo dire che è l’intera città ad essere ben organizzata: strade asfaltate, attrazioni attrezzate con sconti per disabili sul biglietto e mezzi di locomozione e situazione traffico più “ordinarie”. Il soggiorno qui è stato quasi facile, ma non per questo meno bello e avventuroso. Voto a Jaipur : 10! Prossima destinazione Pushkar, la città santa degli Hindu.
Seguitemi, si parte di nuovo.

1 Comment

  1. Ciao Simona. Grazie per aver condiviso la tua bellissima esperienza.. volevo chiederti se è possibile toccare e accarezzare un elefante senza dover pagare il biglietto e quindi senza cavalcarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment